Dichiarazione di Lorenzo Costa, capogruppo Officine del sud:

“Ho particolarmente apprezzato la sensibilità dimostrata dal collega Fabio Talarico in materia di sport dilettantistico. E condivido in pieno la sua richiesta, avanzata al presidente della commissione consiliare allo Sport, Rosario Lostumbo, per la convocazione di una riunione ad hoc chiamata ad affrontare le più pressanti problematiche del settore. La crisi, è chiaro, sta già avendo, e avrà ancora di più effetti negativi sul mondo dell’associazionismo sportivo, un panorama che abbraccia varie figure professionali, debitamente formate non solo sul piano tecnico, ma anche su quello morale. Nessuno, infatti, può negare la funzione formativa che lo sport, a qualsiasi livello, abbia sui giovani e non solo sui giovani.

In materia sportiva l’amministrazione Abramo ha sempre agito ascoltando e confrontandosi con le associazioni del territorio: un dialogo e un confronto costanti e proficui che hanno nell’assessore Domenico Cavallaro un prezioso e valido punto di riferimento sia per noi consiglieri, che facciamo da tramite con le persone, sia per le stesse associazioni sportive.

L’introduzione dell’Albo delle associazioni sportive, voluta proprio da Cavallaro nella settimana scorsa, è senz’altro un passaggio ulteriore di questo percorso di condivisione finalizzato a garantire regole più chiare e certe per tutti. Ovvio che tutto è migliorabile, e che la discussione generale verterà anche su eventuali correttivi da apportare all’Albo, ma da questo punto di vista è già stata fondamentale proprio la volontà dell’assessore di spingere sulla creazione di uno strumento regolatorio così importante.

D’altro canto, lo stesso assessore Cavallaro mi ha assicurato che domani, venerdì, nella riunione della commissione al ramo, sottoporrà l’Albo proprio ad eventuali modifiche: la collaborazione è fondamentale soprattutto perché ogni crisi ha conseguenze nefaste, ma allo stesso tempo permette nuove opportunità. Fissare nuove regole, a tutela di tutti, è assolutamente positivo e produttivo. Poi, altrettanto ovviamente, sarà importante ridiscutere ogni altro aspetto, a partire dalle modalità di gestione e di costo degli impianti, però anche su questo versante, avendo avuto modo di confrontarmi con l’assessore, l’amministrazione ha tutta l’intenzione, nel limite delle sue competenze, e sperando che la Regione le venga in aiuto, di agevolare le associazioni sportive nell’ottica di una difficile, ma necessaria, ripartenza”.