La scelta di Mario Occhiuto di presentare direttamente ai cittadini la sua proposta di governo per la Regione ci convince e ci piace. A nostra memoria, è la prima volta che un potenziale candidato alla presidenza della Calabria accetta il rischio di confrontarsi direttamente con la società civile, con gli elettori, senza paura. Lo farà martedì sera, 27 agosto, sul lungomare di Soverato, discutendo del suo innovativo programma che si basa sulla rigenerazione urbana e sull’esaltazione della bellezza della nostra Calabria. Nel rispetto assoluto delle scelte che i partiti del centrodestra effettueranno in vista delle elezioni regionali, non possiamo non sottolineare l’originalità dell’iniziativa di Mario Occhiuto che ha dimostrato di essere un sindaco di alto spessore capace di parlare all’opinione pubblica al di là delle appartenenze.

Riteniamo che l’appuntamento di Soverato sia una bella occasione per parlare della nostra terra, dei suoi gravi problemi, ma soprattutto delle sue enormi potenzialità. Non sarà né un comizio, né una barbosa elencazione di questioni. Ci sarà anche della buona musica e questo non guasta perché abbiamo bisogno di tanto ottimismo e di una visione nuova del futuro della Calabria.

Ci auguriamo che a partecipare siano in tanti, non solo coloro che si riconoscono nel centrodestra, ma anche gli interlocutori critici. Perché di dibattito dal basso c’è tanto bisogno.

Mimmo Tallini
Claudio Parente